Il meglio dell'illuminazione vintage e in stile industriale per casa, ufficio e locali commerciali

Menu

Mini Cart

Quando si vuole arredare un bar o qualunque altra attività di ristorazione e sempre importante valutare tutti gli aspetti del disign soprattutto in fatto di illuminazione. In questo piccolo articolo, vogliamo darti 4 semplici consigli per non commettere errori, che potrebbero pregiudicare negativamente la tua attività commerciale.

Scegliere un tipo di illuminazione per ogni area vi aiuterà a creare ambienti diversi a seconda dell’utilizzo che vuoi dare a ciascuno spazio.

Illuminazione per banconi bar:

Ti suggeriamo di scegliere un’illuminazione a fascio che possa concentrarsi nell’area di lavoro. Questo tipo di luce diretta aiuta ad isolare e sottolineare la professionalità di chi lavora. Questa tecnica viene usata soprattutto dai sushi bar. Consigliamo sempre di lasciare una distanza minima di 70 cm tra la lampada e il banco di lavoro.

Ecco alcuni esempi che potrebbero fare al tuo caso:

 

 

Illuminazione nei bagni dei bar:

Qui la cosa più importante sarà evitare luce diretta sul volto della persona e impedire la riflesso della luce nello specchio.

illuminazione decorazione bar cucina/laboratorio 

Nell’area di lavoro come cucine e laboratori consigliamo sempre una luce naturale (4000k) che favorisca una buona visuale a chi cucina.

Illuminazione vetrine

Nel caso ad esempio bottiglie, consigliamo di illuminare il retro dal basso verso l’alto le bevande alcoliche quindi bottiglie trasparenti. Mentre per le bottiglie di vino,  la nostra raccomandazione è di illuminarli dalla parte superiore della schiena per consentire alla luce di penetrare attraverso la bottiglia.

Lampadari per tavoli

Forse la decisione più dura da prendere, molto dipende dallo stile che vorrai dare alla tua location. Per questo più che darti un consigli ti daremo proprio una selezione delle lampade più gettonate dai tuoi colleghi:

 

Lampadario nero a tre luci

359.98 134.99